• Enterprise Solutions

Scocciatori telefonici e aziende che vìolano la nostra Privacy? Ecco la soluzione.

Quante volte sospettiamo di aver subìto violazioni della vostra Privacy? Quante chiamate commerciali, email e SMS da parte di aziende a cui non abbiamo mai fornito il consenso o di cui non abbiamo mai neppure acquistato prodotti?


In effetti, ogni giorno capita di fornire i nostri dati personali: per scaricare un'app sul nostro smartphone o per acquistare prodotti online.

Spesso, inconsapevolmente, compiliamo e firmiamo moduli sulla fiducia (ad esempio per ottenere una carta fedeltà al supermercato) senza leggere totalmente il contenuto dell'informativa, complici la fretta e la buona fede, purtroppo però a volte il soggetto a cui forniamo i nostri dati li utilizza impropriamente e senza il nostro permesso, oppure (come nel caso della carta fedeltà) il permesso se lo prende approfittando della nostra fretta e della buona fede!


Il Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali n. 2016/679 (GDPR) riconosce al cittadino (e quindi all’interessato) una serie di diritti fondamentali, quali:


- il diritto di accesso ai propri dati (art. 15 del GDPR) secondo cui l'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento (azienda, supermercato, società che tratta i dati) la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e, se è in corso tale trattamento, l'accesso ai dati e a tutta una serie di informazioni;


- il diritto di rettifica, di cancellazione e di limitazione dei propri dati (artt. 16, 17 e 18 del GDPR) quando naturalmente ricorrono determinati casi;


- il diritto di opposizione (art. 21 del GDPR) sempre nell’ottica della nuova dimensione acquisita dal diritto alla riservatezza, che non viene inteso in un senso puramente negativo ma in senso positivo, come affermazione della libertà e dignità della persona, e come potere di limitare il potere informatico, controllandone i mezzi ed i fini. La norma attribuisce però a tale diritto una rilevanza autonoma sancendo che l'interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla sua situazione particolare, al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, lettere e) o f), compresa la profilazione sulla base di tali disposizioni. Ma può opporsi anche al trattamento per finalità di marketing diretto, per finalità di ricerca scientifica e storica o per finalità statistiche;


- il diritto alla portabilità dei dati (art. 20 del GDPR) ovvero quello per cui l'interessato ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che lo riguardano forniti ad un titolare del trattamento e ha il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte del titolare del trattamento cui li ha forniti.


E' evidente che essere informati in materia di Privacy non è importante solo ai fini del proprio lavoro, bensì ci aiuta a tutelarci anche nella vita privata.


Sarebbe divertente appuntarsi quei diritti (citando magari anche i relativi articoli del GDPR ove vengono sanciti) all'operatore telefonico che ci infastidisce o all'azienda che ci invia ripetutamente email indesiderate e ingannevoli!


Per difenderci maggiormente e per facilitare l’esercizio di tutti questi diritti da parte degli interessati, dal 15 marzo 2021 è online NOMYD, una nuova piattaforma digitale gratuita per la difesa dei diritti dell’interessato in materia di protezione di dati personali, in cui un team di volontari composto da esperti in ambito GDPR, assiste gratuitamente sul sito www.nomyd.eu chiunque abbia bisogno di aiuto per segnalare abusi o reclamare i propri diritti.

Si tratta di un'iniziativa promossa da Civiltà Digitale e dall’Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy (ANDIP) per fornire un valido strumento di supporto nella gestione delle richieste che interessano il trattamento dei dati personali e che necessitano di una serie di formalità.

Tramite questo sportello digitale è possibile indicare quali richieste si desidera inoltrare a chi gestisce i propri dati online (ad esempio, come e perché vengono inviate proposte commerciali via SMS o si viene contattati al telefono), inoltrare un reclamo al Garante della Privacy se non si è soddisfatti delle risposte ricevute o avviare un dialogo con il titolare del trattamento. Un aiuto in più per chi si sente stressato e perseguitato dagli stalkers telefonici e dai call center di certe grandi aziende irrispettose della nostra Privacy!


Per il tuo lavoro o per la tua vita privata, se vuoi saperne di più su Privacy e GDPR, contatta ora i nostri esperti.


Chiamaci -> Cel. +39 371 46 371 45 - 371 46 30 129

Scrivici -> E-mail: info@enterprise-solutions.net

Chatta -> Cliccando sul box "Serve aiuto" o sul bottone blu con i 3 puntini ". . ." dal tuo smartphone.


Seguici anche su Facebook




3 visualizzazioni0 commenti