Verifica Green Pass: il Garante Privacy avvia indagini sulle app pirata

A seguito dell'introduzione dell'obbligo di verifica del Green Pass sui luoghi di lavoro, molteplici sviluppatori e produttori di software, italiani ed internazionali, hanno messo a disposizione sugli stores on-line diverse applicazioni che dovrebbero svolgere la medesima funzione dell'App "Verifica C-19" per il controllo e la verifica di validità del Green Pass.


Queste dovrebbero appunto consentire, a chi le scarica, di leggere tramite l'inquadramento del QR Code i dati personali dei soggetti interessati come il nome, il cognome, la data di nascita, ma perfino le dosi di vaccino o i tamponi effettuati.


In alcuni casi queste applicazioni richiedono anche una registrazione per il download e trasferiscono i dati a terzi.


Per questo motivo, il Garante per la Protezione dei Dati Personali mette in guardia tutti gli utenti dallo scaricare queste applicazioni, che evidentemente trattano dati in violazione delle disposizioni di legge, le quali stabiliscono che è l’App "Verifica C-19", rilasciata dal Ministero della Salute, l’unico strumento valido per la verifica delle Certificazioni Verdi utilizzabile per garantire la Privacy delle persone fisiche.


L’Autorità ha deciso inoltre di avviare un’indagine su tutte le applicazioni per Green Pass non a norma di legge, riservandosi gli opportuni interventi a tutela degli utenti.



Per qualsiasi informazione o chiarimento i nostri consulenti sono a completa disposizione ai seguenti recapiti:

Chiamaci -> Cel. +39 371 46 371 45 - 371 46 30 129

Scrivici -> E-mail: info@enterprise-solutions.net

Chatta -> Cliccando sul box "Serve aiuto" o sul bottone blu con i 3 puntini ". . ." dal tuo smartphone.


Seguici anche su Facebook


1 visualizzazione

Post recenti

Mostra tutti